Novembre vs. Dicembre: quale mese è il re dello shopping?

  • Scritto da In data

Lo Strategy Team Awin ha analizzato i trend della stagione delle feste. Black Friday, Cyber Monday, Natale: nessun evento è stato risparmiato.

Condividi

Vi augurereste mai che l'evento che ha generato i più alti incassi nella storia della vostra azienda non fosse mai esistito? 

Eppure è stata proprio questa la reazione di Sir Charlie Mayfield, Presidente di John Lewis (il grande magazzino preferito da milioni di consumatori inglesi), in merito al Black Friday, appuntamento diventato ormai fisso per tantissimi acquirenti in tutto il mondo.

John Lewis infatti è un retailer molto speciale, diventato famoso con il suo claim Never Knowingly Undersold: se il prodotto può essere trovato da un'altra parte ad un prezzo inferiore, viene offerto un price-match. Ben si comprende dunque perchè è contro qualsiasi tipo di evento che scatena la folle corsa agli acquisti e ai saldi in generale.  A differenza dei competitor e dell'intero settore, che continua a subire ovviamente l'irrefrenabile ascesa di Amazon, la crescita di John Lewis ha toccato tassi di crescita anno su anno del 4%.

Ampliando l'analisi, l'impatto del Black Friday può essere veramente apprezzato però solamente se contestualizzato all'interno dell'intera stagione natalizia. Solamente pochi anni fa era il Natale il vero protagonista della corsa agli acquisti, che si concentravano dunque nell'ultimo mese dell'anno. La comparsa di un nuovo evento a Novembre ha dunque creato una serie di implicazioni, non da ultimo logistiche. Il 2017 non ha fatto eccezione e il giorno dopo la festa del Ringraziamento americano è coinciso con enormi volumi di vendita, duranti fino al Cyber Monday.

Come ne ha risentito dunque lo shopping natalizio durante il mese di Dicembre? Come hanno reagito i consumatori a tutti questi nuovi stimoli all'acquisto? Quali altri insight siamo stati in grado di ricavare dagli oltre 6000 programmi che abbiamo all'attivo?