Essere un publisher di qualità…si può!

  • Scritto da
  • .
Il controllo della qualità e delle attività svolte dai publisher è una parte molto importante per qualsiasi network di affiliate marketing, o almeno dovrebbe esserlo. Questo non significa solo sospendere i publisher coinvolti in attività scorrette e non autorizzate, ma anche una costante e continua attività di informazione e regolamentazione. In zanox questi valori sono per noi importantissimi, tanto è vero che ne abbiamo fatto un vero e proprio punto di forza: crediamo che contribuiscano alla crescita del canale dell’affiliazione più in generale, assicurando a tutti gli advertiser la tutela del loro brand, un coinvolgimento diretto e quindi un investimento più fruttuoso. Ma anche la tecnologia gioca la sua parte, assicurandosi ad esempio che i cookie dei nostri affiliati non vengano sovrascritti da altri publisher che svolgono attività retargeting.

Condividi

qualità, publisher network

Quindi, in quanto publisher, come puoi assicurarti di svolgere un’attività conforme alle regole del tuo network d’affiliazione? Nelle dritte di questa settimana Christoph Kiebeler, Network Quality Operations Director zanox, ci racconta come evitare di incappare in spiacevoli problematiche.

 
Ck2

Parola d’ordine: trasparenza 

Più sarai disposto a raccontare come funziona il tuo sito internet o come fai pubblicità, meglio è, in particolare per qualsiasi attività non tradizionalmente legata al mondo dell’affiliazione o al display advertising.

Se fai pubblicità con più di una fonte di traffico e su più canali, differenziali. Ad esempio questo sarà molto importante in caso di traffico organico, traffico a pagamento, traffico derivante da motori di ricerca, traffico di network terze parti, traffico da toolbar, diverse tipologie di contenuti (per adulti, vietati ai minori, sconosciuti) etc. Sii trasparente in merito ai diversi spazi pubblicitari e le creatività che usi.

Quando possibile, dacci spiegazioni su come generi il tuo traffico e dacci delle garanzie sul sito dove posizioni l’ad e dove di conseguenza viene cliccato.

Comunica!

Perché accadono i fraintendimenti? Perché tu agisci in un certo modo e invece qualcun altro pensa che tu dovresti fare diversamente. Oppure sono proprio le regole giuridiche a importi di fare diversamente! Eppure molti di questi misunderstanding sono perfettamente evitabili. Anche se non sei solito mettere in dubbio il tuo modus operandi, una comunicazione aperta e regolare con gli account manager e gli advertiser è essenziale per prevenire l’insorgere di eventuali problematiche in futuro.

Alcune parole e termini specifici di settore vengono usati con accezioni diverse a seconda della persona, dell’azienda, del network e dell’industry di riferimento. Non puoi partire dal presupposto che tutte queste parti capiscano il significato che tu dai ad un determinato termine, anche se parliamo di qualcosa di scontato. Ad esempio ci sono diverse interpretazioni e definizioni di “ad hijack”, “cookie spam” o “fake click”, solo per nominare alcuni dei più comuni. Quindi assicurati di essere sempre sulla stessa pagina (anche del vocabolario) del tuo business partner.

Sii aperto e onesto in tutte le tue forme di comunicazione. I clienti sono diversi tra loro e questo significa anche diversi livelli “di comfort” quando si tratta di svolgere determinate attività come l’acquisto di traffico, fonti di traffico sconosciute, l’acquisto di keyword e il traffico incentivato. E’ meglio non concludere un potenziale accordo, anziché iniziare a lavorare con un advertiser, per poi realizzare dopo poco che quello che stai facendo non è quello che si aspettavano.

E’ molto importante inoltre essere reattivi. Se ci sono problemi, i clienti e gli account manager si aspettano che tu reagisca entro 24 ore e in caso di problematiche particolarmente importanti, anche più velocemente.

Informati 

Il Codice di Condotta zanox tratta tutti questi punti, spiegando cosa viene richiesto ai nostri publisher e il comportamento che ci aspettiamo, sia per le attività più comuni come il display advertising e toolbar che per il download di software. Inoltre fornisce delle utili linee guida sulle attività che dovrebbero essere esplicitamente discusse con gli advertiser prima di iniziare la reciproca collaborazione.

Leggendolo attentamente potrai fare una valutazione della tua attività e regolarti per il prossimo futuro.

Sii proattivo

Se rivendi traffico generato da altre fonti, è tua la responsabilità di assicurare la qualità delle suddette fonti. Questo è vero specialmente per il traffic brokering, in cui il contenuto del sito originale può essere nascosto o generare false provenienze. Se i tuoi codici appaiono su pagine problematiche, sta a te dimostrare che stai cercando di prevenire che questo avvenga, e che hai messo in atto sistemi di prevenzione per evitarlo.

Allo stesso modo, se pubblichi offerte cashback e loyalty, assicurati di monitorare anche eventuali transazioni fraudolente generate dai tuoi stessi clienti. Se fornisci traffico incentivato, assicurati di avere sistemi per identificare e rimuovere velocemente questa attività.

Quindi abbiamo visto come la prevenzione è un leitmotiv che riguarda molteplici campi all’interno dell’affiliazione. Più sarai diligente, svolgendo le tue attività in modo appropriato, monitorando e verificando le tue fonti di traffico, meno correrai il rischio di incappare in problematiche in futuro.

Leggi le altre “dritte di zanox” qui! Vorresti vedere pubblicato qualche approfondimento su qualche tema in particolare? Scrivici a marketing@awin.com


Condividi