Risultati sondaggio: come il COVID-19 ha colpito i publisher

  • Scritto da
  • .

Il 1° aprile vi abbiamo chiesto di rispondere al nostro sondaggio, per capire come la pandemia di COVID-19 stesse colpendo gli editori e il loro business. 

Condividi

Un quaderno aperto con il logo Awin

Abbiamo raccolto più di 350 risposte e ora, come promesso, è giunto il momento di condividere con voi i risultati e gli highlight più significativi.

I nostri obiettivi:

  • Avere una fotografia quanto più precisa della situazione attuale che i publisher si trovano ad affrontare a causa della pandemia di COVID-19;
  • Capire se i publisher necessitano di un supporto da parte di Awin - e se sì, di che tipo e in che modo;
  • Ripensare le nostre strategie in base al feedback ricevuto. 

I risultati:

Sulla base di N = 368 risposte ricevute tra il 1° aprile e l'11 maggio 2020.

1. I partecipanti al nostro sondaggio hanno dichiarato che la crisi attuale ha avuto un effetto prevalentemente negativo sulla loro attività in aprile e all'inizio di maggio. La causa è stata la messa in pausa di alcune collaborazioni, con conseguente diminuzione delle vendite e del traffico organico ai siti web. Ovviamente non tutti i settori sono stati ugualmente colpiti: lo dimostra il fatto che in Italia il 38% degli intervistati ha dichiarato di aver avuto invece un aumento di traffico al proprio sito.

Risultati sondaggio

2. Nonostante il difficile momento, molti editori sono rimasti fiduciosi, credendo nella ripresa del loro business nel secondo trimestre e più in generale anche nella completa ripresa dell'affiliazione post crisi. Il 37% degli intervistati si aspetta un miglioramento della propria situazione nei prossimi due mesi. Il 40% inoltre ritiene che l'affiliate marketing trarrà beneficio dalla crisi e un ulteriore 30% prevede che le cose torneranno alla normalità una volta finita l'emergenza.

Grafico risposta 2 sondaggio

3. Gli intervistati si sono divisi quasi equamente in merito alla durata della crisi. Il 51% crede che non durerà più di 6 mesi mentre il 49% pensa che continuerà per 6 mesi o più.

Grafico risposta 3 sondaggio

4. I publisher hanno adottato diverse soluzioni per mitigare l'impatto della crisi sulla loro attività: la riduzione delle spese di marketing e la richiesta di sostegno finanziario al governo sono state le misure di emergenza più adottate in questo periodo. Quasi un terzo, tuttavia, ha riferito di non aver adottato alcuna misura precauzionale.

Grafico risposta 4 sondaggio

5. Il calo delle entrate, l'incertezza degli inserzionisti e la diminuzione delle commissioni sono attualmente le principali preoccupazioni per i nostri editori. Una nota positiva: sono pochi gli intervistati che temono la chiusura (temporanea o permanente) della propria attività.

Grafico risposta 5 sondaggio

Alcune considerazioni:

Nel sondaggio abbiamo chiesto anche a tutti i publisher di dirci cosa può fare Awin per sostenerli al meglio durante la crisi ancora in corso. Abbiamo individuato quattro temi principali.

  • Pagamenti: è importante garantire il pagamento tempestivo e regolare delle commissioni; se e dove possibile, accelerare le approvazioni.
  • Trasparenza: dare aggiornamenti regolari sui programmi sospesi, informare sulle modifiche ai programmi attivi e sui eventuali possibili ritardi nei pagamenti da parte di alcuni advertiser.
  • Comunicazione e informazione: continuare a fornire risorse e dati utili sul nostro settore e informare sui programmi/prodotti più performanti.
  • Promuovere l'affiliate marketing: continuare a far conoscere l'affiliate marketing all'interno del mondo digital, così da ampliare il nostro portfolio clienti e di conseguenza offrire nuove opportunità ai publisher.

Cosa abbiamo fatto fin qui per sostenere gli editori:

Vogliamo continuare a supportarvi al meglio anche nei prossimi mesi, per qualsiasi dubbio o domanda siamo sempre a disposizione, scriveteci.

Condividi