Intervista: la piattaforma di sconti CupoNation ci parla del suo rebrand

  • Scritto da
  • .
CupoNation è una delle piattaforme di coupon e offerte online di maggior successo ed in continua espansione. Operando in 17 paesi, con sconti da oltre 18.000 e-commerce appartenenti al settore retail, travel, telco e finance, può vantare top partner del calibro del gruppo Expedia, Asos e Zalando. A seguito del loro recente cambio di look, abbiamo fatto quattro chiacchiere con Johannes Wirth, Global Chief Operations Officer di CupoNation: ci ha svelato cosa li ha spinti a prendere questa decisione, i fattori che hanno contribuito al successo della compagnia, ma anche le sfide più attuali che deve affrontare il mercato dei voucher.

Condividi

Cuponation, codici sconto, publisher

D: CupoNation ha da poco effettuato un rebrand. Cosa vi ha spinto a prendere questa decisione e come hanno reagito i vostri clienti? 

R: CupoNation ha lanciato i suoi primi siti aggregatori di coupon e offerte nel 2012. Da allora siamo cresciuti molto in pochissimo tempo e ad oggi siamo attivi in 24 mercati del mondo. Durante il nostro percorso abbiamo imparato molto sulla nostra audience, sugli interessi dei nostri utenti e sulla percezione che avevano di noi. Abbiamo iniziato a pensare ad altri modi in cui declinare il nostro brand, così da far sì che avesse un impatto ancora maggiore. L’occasione si è presentata alla fine del 2015: il nostro business stava attraversando un periodo più che mai positivo, ci siamo quindi ritagliati un momento per analizzarci e pensare ai nostri valori.

La vecchia immagine di CupoNation poneva molta enfasi sugli sconti che proponevamo, il nuovo logo invece si concentra sul piacere e la gioia del fare shopping. Questo è quello che i nostri utenti sentono dopo aver risparmiato denaro grazie a noi, abbiamo reso il nostro logo ancora più accattivante e la palette di colori, così da rispecchiare questo entusiasmo.

johannes

D: CupoNation si è espanso in molte nazioni e si è affermato velocemente come il player leader in tutti questi paesi. Quali sono i fattori che secondo te hanno contribuito a questo successo? 

R:  Un’attenzione costante ai nostri utenti e ai loro bisogni, questo sicuramente ci ha aiutato a crescere sempre più. Capendo quello che i compratori della rete vogliono e come possiamo aiutarli ad ottenerlo con le nostre offerte, siamo in grado di lasciare un’impronta sempre più significativa anche in nuovi mercati e rafforzare la nostra presenza nei paesi in cui operiamo già da tempo.

Cerchiamo di essere in contatto continuo con i nostri utenti attraverso i vari canali di marketing come i social media, il nostro network di blogger o le mail. Lavoriamo inoltre in stretta collaborazione con i nostri media partner che includono grandi case editoriali come L’express, Corriere della Sera e El Pais.

D: Quali sono le sfide più grandi che il settore dei voucher sta affrontando e come pensa di farvi fronte CupoNation?

R: Come qualsiasi altro settore, anche il business dei voucher sta affrontando diversi cambiamenti. Una sfida molto ardua – che direi riguarda anche tutto il mondo dell’affiliazione – è il cross-device tracking, combinato all’aumento del traffico sui dispositivi mobile e all’interno delle applicazioni sugli stessi. Le tecnologie di tracking su mobile non sono ancora neanche lontanamente allo stesso livello di quelle su desktop, il che a volte crea non poche complicazioni.

D: Avete da poco acquisito Imbull, la compagnia leader nel couponing online in Olanda. Come si inserisce questa mossa nella vostra strategia complessiva? 

R: Come dice il nostro motto “vogliamo portare le migliori offerte da tutto il mondo”, offrendo un servizio gratuito e di qualità, per ogni tipologia di prodotto e brand. Acquisendo Imbull, il leader in questo settore nell’area Benelux, un mercato dove non eravamo ancora attivi, abbiamo compiuto un ottimo passo in questa direzione.

D: Il nostro Mobile Performance Barometer, da poco pubblicato, ha rivelato un aumento del 79% delle vendite da mobile nel 2015 (vs.2014). Quanto è importante l’m-commerce per il vostro business? Avete in programma di fare altri investimenti in questo canale? 

R: Per noi il mobile è un canale molto importante data la sua continua crescita. Stiamo investendo ovviamente investendo nel mobile, e continueremo a farlo, poiché una parte sempre più grande del nostro business è trainata da questo settore, e questo vale in tutti i paesi.

Il sito di CupoNation è stato da subito ottimizzato per il mobile, e questo è un esempio di come non sottovalutiamo questo canale. Dal lancio nel 2014, stiamo continuamente migliorando i siti in tutte le lingue, rendendoli il più user-friendly possibile, ottimizzando layout e contenuto, assicurando velocità nel caricamento. Stiamo inoltre pensando di lanciare presto una nuova app!

D: Avete altri emozionanti piani nel 2016 che vorreste condividere con noi? 

R: Dopo il nostro rilancio a seguito del rebrand, continueremo a lavorare per migliorare la nostra piattaforma e rendere la user experience sempre più piacevole. Questo vorrà dire nuovi importanti cambiamenti, nuovi modi di lavorare e nuove possibilità di risparmio per i nostri utenti. Condivideremo con voi nuove notizie quando tutto questo inizierà a prendere forma!

Se siete interessati ad iniziare una partnership con CupoNation mettetevi in contatto con Melani Kumaladewi.


Condividi