Google Chrome non si ferma: entro febbraio 2020 bloccati i contenuti non sicuri

  • Scritto da
  • .

La buona notizia però è che il Plugin Tracking Optimisation di Awin è già in grado di rendere automatici i cambiamenti che saranno richiesti ai publisher.

Condividi

Logo Google su uno sfondo urbano

*Premessa: differenza tra HTTP e HTTPS

"Http" è un protocollo, per  esempio un linguaggio oppure un modo di trasmettere informazioni fra i server Web. La lettera S in "https" indica sicurezza e che nessuno può vedere ciò che state facendo sul vostro computer.

All'inizio di questo mese, Google ha annunciato gli step in programma per procedere alla limitazione del caricamento di risorse http:// sulle pagine https:// (che Google chiama 'siti a contenuto misto'). Questa tipologia di siti dovrà quindi aggiornare tutti i link per assicurarsi che non venga bloccato il caricamento di questi contenuti una volta introdotta la modifica, a febbraio 2020.

La decisione è stata presa per continuare a garantire la privacy e la sicurezza degli utenti, applicando le stesse regole per immagini, audio e video che alcuni browser avevano gia adottato per altri contenuti misti come script e iframe. Per ridurre al minimo le interruzioni, le modifiche saranno distribuite su una serie di release di Chrome che, quando possibile, prevederanno anche l'aggiornamento automatico dei link http. Tutti i dettagli e le tempistiche, compresa una lista di utili risorse, sono disponibili sul blog Chromium.

Questa modifica va ad aggiungersi a un precedente annuncio di maggio per "limitare i cookie cross-site alle connessioni HTTPS" e imporre ulteriori restrizioni al rilevamento fingerprinting. Queste nuove impostazioni dovrebbero diventare operative con il rilascio di Chrome 81, il che significa che Google bloccherà anche i cookie di terze parti con vecchi link HTTP, sempre a partire da febbraio 2020.

Cosa comporta per i clienti Awin?

Sicurezza e privacy degli utenti e innovazione dei sistemi di tracciamento sono pilastri fondamentali della strategia Awin. Con l'evoluzione del web e il passaggio a HTTPS, Awin ha  già iniziato ad aggiornare i propri link di tracciamento e i tool a disposizione dei publisher per proteggere i link, offrendo a clienti e consumatori un'esperienza di acquisto più sicura e affidabile.

Ora, con HTTPS come nuovo standard per l'intera suite di monitoraggio, i prossimi cambiamenti che Chrome intende introdurre avranno effetti davvero minimi per i clienti Awin. Tutti gli asset offerti da Awin sono già conformi a queste nuove regole, altri link affiliati non sicuri saranno automaticamente aggiornati a HTTPS.

Le ultime innovazioni di Awin, il Tracking Optimization Plugin e il Bounceless Tracking, hanno introdotto un approccio al tracking radicalmente diverso, incentrato sui publisher. Attivato dal Publisher MasterTag, l'obiettivo del plugin è automatizzare il metodo di tracciamento, basandosi sulle impostazioni del browser e sulla privacy, garantendo che venga usato il metodo di tracciamento più efficace per ogni singolo click. L'annuncio di Chrome ha evidenziato il bisogno di un nuovo approccio poichè ha dimostrato quanto il mondo dei browser sia frammentato. 

Una feature aggiuntiva del plugin è la capacità di aggiornare automaticamente tutti i link a https ed è quindi un altro valido motivo per i publisher per installare il MasterTag e attivare il plugin. Tuttavia, se si sceglie di non utilizzare il Publisher MasterTag (o di non installarlo su tutte le pagine), sarà necessario intervenire comunque per assicurarsi che il proprio sito non si rompa o contenga potenziali pericoli per la sicurezza. Abbiamo aggiornato anche altri strumenti che creano in modo semplice e veloce link di tracking a partire dai siti web che visiti, ad esempio MyAwin, così da garantirne la conformità ed efficacia.

Awin sta facendo tutto il possibile per far sì che il passaggio a Chrome 81 non comporti interruzioni, tuttavia, affinché un sito sia privo di potenziali problematiche entro febbraio 2020, si raccomanda di analizzarne nel dettaglio i contenuti, cercando possibili link non sicuri e sub-risorse. Il blog Chromium contiene link ad alcuni strumenti di sviluppo di Google che possono aiutare a fare un audit completo del proprio sito.

Se avete domande su questi cambiamenti imminenti, contattate il vostro Account Manager.

Condividi