Axel Springer ha nominato Adam Ross il nuovo CEO Awin

  • Scritto da
  • .

Axel Springer ha nominato Adam Ross il nuovo CEO Awin, Mark Walters entra invece a far parte del Supervisory Board Awin.

Condividi

Fotografia di Adam Ross

Adam Ross dovrà ora guidare gli ambiziosi progetti di crescita dell'azienda. Mark Walters lascia dopo tanti anni il Board Awin e approda nel Supervisory Board.

Mark, insieme a Adam Ross, al CTO Peter Loveday e più recentemente al CFO Virpy Richter, ha plasmato la crescita di Awin fino a farlo diventare il più grande network di affiliazione in Europa, con oltre 1.000 dipendenti in 15 mercati e tre continenti, più che raddoppiando l'EBITDA a 48 milioni di euro durante la sua leadership.

Tanti traguardi sono stati raggiunti durante questo periodo, tra cui la fusione di Affiliate Window, zanox e affilinet, la crescita organica a due cifre nel mercato statunitense, l'acquisizione di ShareASale e l'espansione in Australia e nel Sud Est asiatico con l'acquisto di Commission Factory.

Grazie alla sua consolidata esperienza in Awin e nel campo del performance marketing, Mark è stato invitato dal Presidente e dal CFO di Axel Springer, Julian Deutz, a far parte del Supervisory Board Awin.

Mark Walters ha affermato: "Questo cambiamento ha per me un sapore dolceamaro - mi mancherà essere operativo come ero durante il mio periodo in Awin, ma sono estremamente orgoglioso dell'azienda internazionale che ho costruito con Peter, Adam e negli ultimi anni con Virpy, e sono felice di poter continuare a sostenere Awin nel Supervisory Board. Dopo la recente perdita di mia moglie, la mia famiglia ha bisogno di me e quindi ho voluto ridurre il mio carico di lavoro. Data la sua esperienza, che non necessita di ulteriori presentazioni, sono onorato di passare il testimone ad Adam. La sua nomina come mio successore è un naturale passo avanti nella sua carriera e, in quanto membro del nostro consiglio di amministrazione, sarà senza dubbio una notizia positiva sia per i dipendenti Awin che per i nostri partner".

La nomina di Adam Ross come successore di Mark è il riconoscimento del suo contributo a tutte le iniziative strategiche portate avanti dall'azienda fino a oggi e anche dell'ottimo lavoro svolto in qualità di Chief Operating Officer (COO) di Awin per quindici anni. Insieme a Peter e Virpy, Adam guiderà l'azienda in un momento di svolta, mentre si avvia a costruire un ecosistema di partnership unico al mondo.

"La mia visione per Awin da qui ai prossimi tre anni è molto ambiziosa: voglio trasformare il nostro network globale in una piattaforma martech ricca di funzionalità, che permetta alle aziende grandi o piccole di diventare partner e garantirsi il successo reciproco", spiega Adam Ross, CEO di Awin. "I risultati nel 2020 sono stati fenomenali e date le circostanze che tutti stiamo affrontando, ancora più eccezionali. Siamo grati per questo. Sarebbe facile per noi di Awin accontentarsi, ma anche se sono immensamente orgoglioso di ciò che abbiamo raggiunto, in particolare del lavoro del nostro staff, c'è molto lavoro da fare ancora per continuare a crescere. Abbiamo ascoltato attentamente i nostri clienti e abbiamo una gamma di prodotti e feature in fase di sviluppo o in attesa di rilascio che ci permetterà di offrire un grande ai nostri partner, nuovi o di vecchia data. Concentrerò l'organizzazione su questa missione precisa e guarderò al futuro con grande speranza ed entusiasmo".

Julian Deutz, CFO Axel Springer SE e Presidente del Supervisory Board Awin commenta: "Voglio ringraziare Mark per l'eccellente lavoro svolto nell'ultimo decennio. Il suo sforzo è stato enorme e la sua conoscenza del mercato è senza pari. Ha fatto di Awin un vero leader nell'affiliazione. La crescita che Awin ha avuto negli ultimi anni è merito di Mark e del suo team. Axel Springer è davvero felice che rimarrà nel Supervisory Board per continuare a sostenere Awin con la sua grande esperienza. Siamo convinti di aver trovato in Adam il successore ideale di Mark e questo è un passo importante sia per lui che per l'intera azienda. Dimostra anche quanto in Awin vengano valutati i risultati e il lavoro dei dipendenti, dal primo all'ultimo. Non vedo l'ora di lavorare con Adam e con l'intero management team e gli auguro il meglio per il suo nuovo ruolo. Axel Springer si impegnerà a sostenere ulteriormente la crescita futura di Awin nei prossimi anni".

Il Board Awin rimarrà composto da quattro membri, e ulteriori aggiornamenti verranno comunicate in seguito. Le attività quotidiane non sono in alcun modo influenzate da questi cambiamenti.

Chi siamo

Parte di Axel Springer e United Internet, Awin è un network d'affiliazione globale. Insieme a ShareASale, il gruppo Awin vanta 15 uffici in tutto il mondo, oltre 1.000 dipendenti, 211.000 editori e 15.200 inserzionisti e mette in relazione consumatori e brand in oltre 180 paesi del mondo. Operando trasversalmente in settori quali retail, telecomunicazioni, viaggi e finanza, Awin nell'ultimo anno fiscale ha generato €11.1 miliardi di revenue per i suoi advertiser e €818 milioni per i suoi publisher. Grazie a oltre vent'anni di esperienza, il nostro network può contare su un team internazionale e avanzate soluzioni tecnologiche e di business intelligence che lo rendono in grado di generare una crescita sostenibile, a prescindere dalla tipologia di business e dal livello di servizio richiesto.

Condividi