10 consigli per internazionalizzare il tuo programma di affiliazione

  • Scritto da

Se vuoi far espandere il tuo business oltreconfine segui i nostri semplici suggerimenti.

Condividi

Far diventare il proprio brand internazionale, una volta era un’impresa piuttosto costosa e complicata. Comportava l’osservare da vicino mercati di e-commerce stranieri e valutare la potenziale redditività di un prodotto in un mercato che non si capiva fino in fondo. Inoltre bisognava aprire fisicamente uffici in nuovi paesi e assumere del personale in loco per completare l’opera.

Oggi, invece, tutto questo è cambiato. I consumatori sono sempre più a loro agio nel comprare da aziende estere, con un semplice click online. Una ricerca di Accenture e Ali ha predetto che entro quest’anno, 900 milioni di consumatori faranno acquisti online da un altro paese. Tutto questo è grandioso per i brand che vogliono crescere, ma significa anche un aumento notevole della competizione. Quindi: ne vale la pena? La risposta è sì, ma con la giusta strategia.

Raggiungere clienti stranieri è oggi più facile che mai e con una campagnia di affiliazione ben costruita potete accedere a un pubblico che fino a poco tempo fa avreste pensato fosse irraggiungibile.

Perché far crescere un programma di affiliazione all’estero?

La maggior parte delle aziende vuole sempre più crescita, a ritmi sempre più veloci. I mercati stranieri permettono l’accesso a tanti nuovi consumatori, disposti a spendere nei prodotti e nei servizi di quell’azienda.

Network di affiliazione come Awin possono connettere advertiser con publisher di tutto il mondo che conoscono già i comportamenti di acquisto del loro pubblico e possono quindi portare un potenziale di crescita in certi paesi. D’altro canto, se guardando i tuoi dati hai già individuato un’area di particolare interesse, un network come il nostro può aiutarti a capire quali inserzionisti hanno effettivamente successo in queste regioni e può facilitare una partnership reciprocamente fruttuosa.

Gli acquirenti internazionali sono spesso piuttosto sensibili al prezzo, e vanno alla ricerca dei migliori affari anche al di fuori della propria regione di appartenenza. Questo si traduce in una grande opportunità per chi ha prezzi competitivi o per gli i publisher che propongono codici sconto e voucher.

Pitney Bowes ha condotto uno studio che ha evidenziato che non solo gli acquirenti stranieri hanno un valore d’ordine medio maggiore del 17%, ma che il tasso di restituzioni è di gran lunga più basso, probabilmente a causa della difficoltà di effettuare resi internazionali. Qualunque sia la ragione, questo è un dato utile sia per gli inserzionisti che per gli editori che possono usarlo per creare su misura nuove campagne nei mercati internazionali.

Come far crescere la tua attività di affiliazione globale

1.   Analizza quello che hai già

Dare uno sguardo più approfondito alla provenienza dei visitatori online può aiutare a stabilire un piano di crescita. Quando guardi i dati potrai trovare potenziali clienti che vengono da un certo paese, ma che non completano un acquisto poiché non hai messo in atto i processi per aiutarli a completare l’ordine. Questo tipo di valutazione per ogni paese può aiutarti subito ad aumentare le tue vendite, con pochi e semplici accorgimenti.

2. Fai una ricerca sui tuoi clienti

Se hai in mente un particolare paese, fai prima una ricerca su quella audience in particolare. Sembra ovvio ma è qualcosa che i marketer spesso dimenticano: sebbene ci sia stato un progresso nel panorama digitale e il mondo si stia velocemente sviluppando in un pubblico globale di acquirenti, ci sono ancora così tante abitudini ben precise che possono creare barriere all’acquisto per consumatori esteri. Non solo hanno comportamenti di acquisto localizzati, ma i comportamenti culturali possono influenzare il percorso d’acquisto. Per esempio, se speri di espanderti in Cina è importante considerare le credenze sulla fortuna: i pesci, il colore rosso e il numero otto sono considerati incredibilmente fortunati, ma il numero quattro, dare un libro in regalo a qualcuno o persino mettere una cornice nera intorno a una foto sono considerati segni di imminente sventura.

Fare una valutazione precisa e ben mirata sul proprio target è la base del “Perfetto Programma di Affiliazione Internazionale”. Fallo separatamente per ciascun paese o regione, proprio per evitare di compiere un’analisi approssimativa.

3. Cerca trend ben definiti, utili allo sviluppo del tuo business

Cerca quali prodotti e servizi vendono bene in un paese o in una area geografica. Tenere d’occhio i trend di settore ti aiuterà a sviluppare il tuo business, dandoti una prima spinta alla crescita. Il tuo business potrebbe già offrire proprio quello che si vende così bene, oppure potresti iniziare a sviluppare una nuova linea di prodotti proprio per rispondere a quei bisogni.

4. Crea un contenuto su misura

Se gli editori portano il loro pubblico al tuo sito, avrai un contenuto che parla esattamente la lingua del posto, a te non rimarrà che rimuovere le ultime barriere all’acquisto. Il traduttore di Google lo fa spesso automaticamente ma ci sono altri accorgimenti che puoi tenere a mente.

Per esempio, converti sempre il costo dei prodotti nella valuta locale può aiutare il compratore a comprendere il prezzo finale dell’acquisto (o se scegli di tenere il simbolo del dollaro sii chiaro su cosa significa). Lo spelling e il modo di usare le frasi varia da paese a paese, quindi utilizza parole a cui un cliente estero è più abituato: aiuta a creare fiducia e a costruire la visione di un brand veramente globale. Ci sono anche eventi, che variano da paese a paese, su cui attirare l’attenzione del pubblico.

Eventi locali, che siano festività nazionali o ‘eventi dello shopping’ oggi sono più facili da sfruttare, visto il mondo iperconnesso in cui viviamo. Alcuni di essi sono molto noti come i saldi del Black Friday, che tradizionalmente cominciava il giorno dopo il Ringraziamento in America o il ‘Singles Day’, la festa cinese dedicata allo shopping dei single.

E’ incredibilmente difficile avere un sito web che soddisfi tutti i bisogni dei clienti, di tutto il mondo, ma capendo da dove vengono la maggior parte degli acquirenti puoi fare le modifiche che meglio si addicono ai loro comportamenti d’acquisto.

Parla con il tuo sviluppatore web della possibilità di aggiungere un codice al sito che mostri differenti contenuti a seconda dell’indirizzo IP del visitatore: potrebbe essere un reale vantaggio nello stabilire e nel far crescere il tuo brand globalmente.

5. Delega a partner fidati

Avere una piattaforma dedicata che possa gestire tutti gli aspetti delle tue campagne di affiliazione, come Awin, riduce lo stress e la confusione. Farcela da soli sui mercati esteri può essere complesso, e ci sono davvero tante variabili in gioco. Ma usando editori che operano in questi paesi, i problemi di traduzione e comunicazione vengono spesso risolti con più facilità del previsto.

6. Tieni a mente la logistica e le normative estere

Se vorrai produrre e vendere un prodotto fisico devi considerare anche l’importanza della logistica. Chiediti se è fattibile consegnare il tuo prodotto in una certa regione e come il sisema funzionerà per i confini internazionali.

Ci sono normative e tanti costi variabili che potrebbero impedire di compiere questi acquisti, ma se a cercare il vostro prodotto sarà un pubblico abbastanza grande, approfondire tutte queste logistiche e norme potrebbe dimostrarsi incredibilmente profittevole per il tuo business.

Crea una policy di ordine, spedizione e reso per ogni area.

Dovrai rispettare anche le leggi della privacy internazionali, specialmente quelle sui dati. Perciò, la tua presenza digitale deve considerare anche questo. C’è una gran quantità di informazioni disponibili online che riguarda il GDPR, CCPA e altre leggi internazionali sui dati che sono essenziali da capire se si vuole che i propri sforzi digitali non risultino invani o, peggio, vengano fermati e penalizzati.

7. Crea relazioni anche faccia a faccia

Questo può essere difficoltoso in effetti quando si ha a che fare con editori stranieri, ma è comunque una buona regola da tenere a mente. Se, quando sarà possibile, deciderai di organizzare un viaggio, potresti pensare di organizzare qualche meeting e riunione con i tuoi partner esteri. Rafforzerà la loro brand loyalty e di conseguenza anche quella della loro audience.

Puoi anche pensare di organizzare un evento, per riunire tanti partner tutti in una volta: non deve essere un grande evento, puoi anche invitare i tuoi publisher per un caffè o un pranzo, valorizzando il lavoro che fanno per te.

Dato il periodo che stiamo vivendo però, anche un webinar o una conferenza virtuale può fare al caso tuo: è un primo passo per conoscervi meglio e capire come lavorare verso un obiettivo comune.

Come gestire un programma di affiliazione globale

8. Trova il tuo focus

Una volta stimato il potenziale di crescita in una certa area, restringi il campo e concentrati su uno, massimo due nuovi mercati. Espenderti in troppi paesi troppo velocemente alla lunga sarà solo controproducente.  Trova il tuo focus e concentra lì la tua energia e risorse.

9. I migliori network di affiliazione internazionali

Il modo pià facile per fare tutto ciò è con un network di affiliazione internazionale professionale, come Awin. Ci sono molti benefici a lavorare con un network che già lavora su mercati esteri e ha a disposizione tanti dati. Uno dei maggiori vantaggi è l’aver accesso a una vasta selezione di valute locali. Questo beneficia te in qualità di advertiser, ma anche gli editori. Possiamo pagare i tuoi affiliati con la loro valuta locale, così come convertire e tener traccia delle vendite e click-through nella moneta locale. Ciò si traduce in minori complessità per entrambe le parti. Come già detto poi, ti aiutiamo a rispettare tutte le normative vigenti in un paese: venire colti in fallo potrebbe essere fatale per il tuo business e spesso fingere di non sapere, non è la soluzione.

10. Parla con i tuoi publisher

Chiedi un feedback. Secondo loro di cosa hanno bisogno i tuoi consumatori? Può essere un contenuto in particolare, promozioni stagionali, visual branding per ingaggiare il pubblico e molto altro ancora. Non trascurare questa preziosa fonte di informazioni e tieni sempre aperta la comunicazione.

Ora tocca a te

Far oltrepassare i confini al tuo business può fare paura, ma con un business plan in atto e un network di affiliazione al tuo fianco, l’impresa diventa meno ardua.

Non aver paura di fare domande: sia ad altri imprenditori come te, sia ai publisher con cui lavori e ovviamente allo staff Awin. Il mondo è tuo.

Articoli correlati