7 motivi per lavorare con l'Affiliate Marketing su YouTube

  • Scritto da

I dati parlano chiaro: YouTube è il canale ad oggi più sottovalutato quando si tratta di affiliate marketing.

Condividi

Anche se in genere sono Facebook (che vanta ben 19.98 miliardi di visitatori al mese) e Instagram (con i suoi 500 milioni di utenti attivi al giorno) le piattaforme che vengono scelte per attuare una strategia di social media marketing vincente, YouTube è un canale dal grande potenziale, ma ancora sottovalutato da chi lavora con l'affiliate marketing.

Sempre più publisher infatti stanno notando che gli utenti di YouTube sono già molto abituati a vedere link di affiliazione all'interno dei contenuti video pubblicati online. L’elemento di vendita diretta, che alcuni possono trovare fastidioso, è notevolmente attenuato su questa piattaforma, poichè i fedelissimi di YouTube sono abituati a guardare video su video, proprio per cercare consigli e fare ricerche.

 YouTube permette l'uso di link di affiliazione?

Una domanda frequente che viene fatta online è ‘Gli affiliate link sono permessi su YouTube?’ Al momento la risposta è un grande e grosso sì. Però, usare la piattaforma per creare contenuti non garantisce che gli utenti di YouTube automaticamente visitino il tuo canale e inizino ad acquistare passando proprio dai tuoi link di affiliazione. Costruire un bacino di iscritti fedeli è fondamentale per avere successo facendo affiliate marketing su YouTube. 

Come utilizzare i link di affiliazione su YouTube

  • All'interno dei box di testo (detti anche overlay) - questo è sicuramente il modo più professionale per inserire i propri link di affiliazione all'interno del tuo contenuto video. Diventano link cliccabili dentro al video stesso e vengono aggiunti dopo che è stato caricato su YouTube creator studio.

screenshot YT

  • Dentro alla descrizione del video - oltre alle note, i tuoi link dovrebbero essere disponibili nella descrizione del video, sotto al video stesso. In questo modo gli utenti che lo guardano e i potenziali compratori possono accedere velocemente ai link senza dover guardare l’intero video di nuovo.
  • Commentando un altro contenuto popolare con i tuoi link - è diventata una strategia molto diffusa tra alcuni marketer, anche se andrebbe utilizzata con discrezione. Andando a cercare dei contenuti di altri creator e leggendo i commenti e le domande degli utenti che hanno guardato il video, troverai sicuramente alcuni spunti adatti per linkare il tuo link di affiliazione. Questi commenti possono essere semplici come un ‘Sono d'accordo con xxx, questi sono ottimi suggerimenti. Consiglio anche questo prodotto xxx, ha funzionato per me’. È meglio fare così solo se credi che l'apporto che stai dando alla conversazione sia effettivamente valido.

Ci sono infatti alcuni bot e strumenti che scansionano YouTube per postare questi commenti automaticamente su video ritenuti relativi a una certa keyword o argomento; però, come sempre, raccomandiamo di evitare tali strumenti automatici perchè spesso l’intelligenza artificiale non è così accurata e YouTube potrebbe considerarlo contenuto spam, andandolo a penalizzare e ottenendo quindi l'effetto contrario.

Ecco quindi i nostri 7 motivi per lavorare a performance anche su YouTube: 

1. Non devi per forza registrarti su YouTube

Usare YouTube da affiliate marketer è semplice, perchè non ti devi registrare su YouTube per iniziare a creare contenuti video e inserire i tuoi link di affiliazione al loro interno. Basta che carichi il tuo video su Creator Studio e inizi a lavorare sul tuo contenuto.

2. È il secondo motore di ricerca più grande del mondo

Che tu ci creda o no, il secondo più grande motore di ricerca al mondo dopo Google è YouTube. È anche il secondo sito più visitato al mondo. YouTube ha oltre 1.9 miliardi di utenti attivi che sono pronti e aspettano di visualizzare il tuo contenuto. C’è di più, negli Stati Uniti, YouTube da mobile soltanto raggiunge più persone rispetto a qualsiasi network TV.

Il fatto che le persone utilizzano YouTube come un motore di ricerca suggerisce che cercano attivamente  risposte alle loro miriadi di domande. Questa è proprio la dimensione perfetta per dare all’affiliate marketing spazio per prosperare.

Mentre cercare di classificarsi nella prima pagina di Google è a volte una battaglia difficile per la SEO, posizionarsi su YouTube può essere molto più facile. Alcuni semplici tecniche di ottimizzazione possono aiutare ad aumentare le visualizzazioni organiche.

3. E' facile da ottimizzare

Anche se vengono caricati su YouTube più di 500 ore di contenuti video ogni minuto, l’opportunità di aprire un varco in tutto questo mare magnum è ancora possibile, basta metterci un pò di impegno.

Ottimizzare i video di YouTube per ora è abbastanza semplice. Oltre a taggare semplicemente i metadata dei tuoi video correttamente, ci sono altri modi per ottimizzare il contenuto video su YouTube. Ad esempio:

  • Fai ricerche per parole chiave

Come quando crei del contenuto focalizzando la SEO per il tuo sito internet o blog, una strategia simile di parole chiave può essere usata su YouTube. Capisci quali video altri creatori hanno caricato simili al tuo argomento o prodotto. Guarda i principali video che ti appaiono e chiediti se si sono dimenticati qualsiasi cosa che tu potresti trattare ulteriormente o se c’è qualcosa che potresti spiegare meglio.

Assicurati di usare le parole chiave principali nel titolo del tuo video. Poi usale insieme ad altre relative parole chiave nei tag del tuo video, in tutto lo script usato nel contenuto e nella prima riga della descrizione del video.

  • Scrivi una descrizione dettagliata 

Tratta la descrizione del tuo video come un mini blog. 250-500 parole è la lunghezza ideale. Questo non è proprio un benefit a diretto vantaggio dell’utente, ma più per YouTube stesso e Google per capire (e classificare) al meglio il contenuto video. Usare le tue parole chiave ripetutamente, ma non in modo innaturale, in tutta la descrizione del video ti aiuterà a scalare la classifica.

  • Trascrivi il copy

Usa le tue parole chiave in tutto il video e poi trascrivile. Trascrivere i tuoi video può sembrare uno sforzo inutile, ma dato che molti creatori di contenuti scelgono di evitare questo extra step, farlo invece può far risaltare i tuoi video. Questa è una grande opportunità per aiutare ulteriormente YouTube a comprendere il tuo contenuto e aumentare il riconoscimento delle tue parole chiave.

  • Crea intralink tra i tuoi contenuti

Quando apri il tuo canale e hai diversi video caricati sul tuo account di YouTube, puoi connetterli tra di loro e aumentare così contemporaneamente tutte le visualizzazioni. Il miglior modo per fare questo è creare delle playlist con temi interconnessi.

4. Le persone visitano YouTube proprio per vedere review e consigli

Quello che funziona al meglio per YouTube è anche quello che funziona bene per l’affiliate marketing - dare consigli e raccomandazioni.

Le categorie di video che hanno più successo su YouTube sono tutorial e i ‘come fare…’, le ‘top list' e le recensioni di prodotti. Tutti questi tipi di contenuti sono perfetti per inserire dei link di affiliate marketing e rispondere così ai bisogni degli utenti, nel momento stesso in cui si manifestano. 

Diversi studi hanno mostrato che ben il 68% degli utenti di YouTube ha guardato un video prima di prendere una decisione, e di questi, l’80% ha guardato il video all'inizio del processo di acquisto. Quindi, gli utenti sono effettivamente qui, su questa piattaforma, stanno cercando risposte e sono felici di spendere i loro soldi.

Costruire il contenuto del video attorno al link di affiliazione dovrebbe essere semplice, quando sai che gli utenti stanno cercando proprio quella tipologia di consigli.

5. Gli utenti si fidano delle fonti autorevoli

È stato ormai dimostrato ampiamente che le persone sono molto più propense a comprare se il consiglio arriva da qualcuno di cui si fidano.

Fortunatamente, se hai già iniziato a costruire il tuo seguito su YouTube, il tuo pubblico probabilmente già ti conosce. Inserire quindi dei link di affiliazione nel tuo contenuto e raccomandare prodotti in cui credi è una progressione logica e, si spera, apprezzata dalla tua audience. 

Se invece hai appena aperto il tuo canale, sarebbe meglio aspettare prima di iniziare ad inserire link di affiliazione, proprio per non spammare il tuo pubblico e costruire una relazione man mano. Anche se questa non è una regola sicura al 100%, è probabile che le persone comprino da qualcuno che hanno imparato a conoscere e che considerano autorevole.

6. Si può creare sempre e ovunque

Una delle molteplici cose positive riguardo a YouTube è che il contenuto non deve sempre essere perfetto al 100%. Certamente, ci sono dei benefici visivi ad utilizzare una bella luce, un buon suono e una ambientazione professionale, ma con il giusto contenuto anche un semplice video via smartphone può posizionarsi in top placement e avere grandi risultati, con piccoli budget.

7. C'è spazio per tutti, specie per chi parla di argomenti di nicchia

Il world wide web è grande e ricco di contenuti. Scegliere un settore particolare, che non è ancora stato esplorato bene su YouTube, è sicuramente un modo per aiutare i tuoi video a crescere e di conseguenza a far risaltare i tuoi link di affiliazione tra la massa.

In quanto publisher, se il prodotto o il servizio con cui sei affiliato è già stato ampliamente pubblicizzato, sperimenta nuovi modi per restringere il campo di discussione, parlando proprio di un argomento specifico. Rispondi a domande molto precise al riguardo, o tratta altri argomenti a esso associati, insomma cerca sempre nuovi modi di espandere i tuoi contenuti.

È difficile guadagnare con YouTube?

Dipende ovviamente dalla tua strategia. Come puoi vedere, creare contenuti di qualità per i tuoi iscritti e il tuo seguito dovrebbe essere il tuo principale obiettivo come creator, youtuber e publisher appunto. Alcuni persone lo trovano facile, e quindi connettere la propria strategia di marketing con l’affiliate marketing diventa un modo facile per guadagnare (noi di Awin collaboriamo con creatori davvero bravi, gurdate gli unboxing di Sneakerare ad esempio!). Se trovi noioso o estenuante creare contenuti video, allora forse questo post non fa proprio per te.

YouTube quindi è certamente una piattaforma dal grande potenziale anche in termini di monetizzazione, che permette ai content creator (che sempre publisher sono, ricordiamolo) di entrare in contatto con un pubblico che è attivo, ricettivo e sempre alla ricerca di nuovi prodotti e servizi da comprare.

Articoli correlati