Affiliate marketing: la guida definitiva

  • Scritto da

Affiliate marketing è un’espressione che ricorre spesso sia quando si parla di monetizzare un sito internet e sia quando  bisogna promuovere un'azienda online.

Condividi

Capire il funzionamento di questa strategia di marketing può in effetti essere un mistero per i non addetti ai lavori. Per questo noi di Awin abbiamo creato una guida definitiva sull'argomento, per spiegarti cos'è l'affiliate marketing, come funziona e come può aiutarti a guadagnare denaro grazie al tuo sito web o a far crescere il tuo business.

Scopri tutto quello che c’è da sapere su questa strategia di promozione sempre più diffusa, incluso come guadagnare con l'affiliate marketing trovando i programmi più vantaggiosi! È ora di tuffarci insieme nel mondo dell'affiliazione.

 

Cos'è l'affiliate marketing?

Come funziona?

Quali sono i vantaggi che offre?

Come posso guadagnare con l'affiliate marketing?

Affiliate marketing: come iniziare con il piede giusto

FAQ

 

Cos'è l'affiliate marketing?

A volte tradotto in italiano come “marketing di affiliazione” o semplicemente “affiliazione”, l'affiliate marketing è una strategia promozionale che si svolge via internet e che mette in contatto due figure:

  • L'advertiser, cioè l'azienda che vuole promuovere i suoi prodotti o servizi. Viene anche detto merchant.
  • Il publisher, cioè la persona o società che mette a disposizione il suo sito web per gli scopi promozionali dell'advertiser. È detto anche “editore”.

In pratica, il publisher pubblica dei contenuti promozionali sul suo sito, e l'advertiser gli paga una commissione per ogni utente che fa un acquisto o svolge una determinata azione tramite tali contenuti. Quella determinata azione è detta nel gergo del marketing lead e può essere ad esempio iscriversi a una newsletter, vedere un video, lasciare il proprio numero di telefono per essere ricontattati da un membro del team, e via dicendo.

L'affiliate marketing è considerato una forma di marketing basato sulle performance, perché nei fatti il committente – l'advertiser – paga solo se ottiene un certo risultato, come un acquisto o una lead. Come puoi facilmente capire, è una tipologia di promozione che offre grandi vantaggi a entrambi gli attori in gioco, ma di questo parleremo poco più avanti. Vediamo invece ora nel dettaglio come funziona l'affiliazione.

 

Come funziona?

Il funzionamento dell'affiliazione è di per sé molto semplice:

  • Il publisher pubblica un contenuto promozionale che rimanda al sito dell'advertiser. Può trattarsi ad esempio di una recensione, di un post sul blog, di un banner, di un post su Instagram o su Facebook, di un video YouTube e via dicendo. Il link che collega il sito del publisher a quello dell'advertiser contiene un codice unico che ha lo scopo di rendere tracciabile da dove proviene l’utente.
  • Un utente raggiunge il sito dell'advertiser tramite il contenuto promozionale, e compie l'azione voluta, come un acquisto o l'iscrizione a una newsletter.
  • Tramite il codice citato poco sopra, l'advertiser potrà sapere che l'azione compiuta dall'utente è il risultato dell'attività promozionale del publisher, e quindi gli pagherà una commissione.

Pensavi che fosse più complicato, vero? Prima di andare avanti con la nostra guida però bisogna citare un terzo attore molto importante nel mondo dell'affiliate marketing: il network di affiliazione. Quest'ultimo è un sistema che mette in contatto advertiser e publisher, e fornisce servizi utili come ad esempio un sistema di tracciamento sicuro e facile da usare.

Grazie a un network come Awin, i publisher possono trovare facilmente nuove aziende da promuovere che offrono commissioni vantaggiose, e gli advertiser possono entrare rapidamente in contatto con publisher di qualità capaci di portarglipiù traffico e più clienti.

Il network di affiliazione Awin include oltre 200.000 siti attivi in oltre 180 paesi del mondo. Una piattaforma di marketing globale che permette agli advertiser di modellare esattamente la loro attività promozionale sui potenziali clienti che desiderano raggiungere. Il tutto senza perdere tempo in lunghe e dispendiose ricerche manuali dei siti giusti.

Global

 

I diversi tipi di commissione

Come abbiamo detto, il risultato che un advertiser vuole ottenere tramite l'attività di promozione del publisher può variare. Di conseguenza, la commissione può dipendere da diverse azioni compiute dal cliente o potenziale tale:

  • CPA: si parla di CPA, ovvero cost per acquisition, quando il publisher viene pagato sulla base degli acquisti compiuti grazie al suo contenuto promozionale. Ad esempio, quando un utente compra un prodotto dell'advertiser cliccando sul link contenuto in una recensione pubblicata dal publisher. Il CPA può essere rappresentato da una percentuale sulla spesa del cliente o da una somma fissa.
  • CPL: ovvero cost per lead, è invece la commissione che dipende da altre azioni che l'advertiser vuole ottenere, come la partecipazione a un concorso online, l'iscrizione a una newsletter, e via dicendo.
  • CPC: ovvero cost per click, è la formula che paga per ogni click verso il sito dell'advertiser.
  • CPI: cost per impression, premia il publisher per ogni volta che il contenuto pubblicitario dell'advertiser viene caricato sulla pagina del publisher.
  • Payment on influence è invece una formula implementata da Awin che fa ottenere una commissione al publisher anche quando un acquisto non è stato effettuato direttamente tramite un suo link, ma grazie al suo lavoro come influencer. È una modalità particolarmente utile quando si vuole lavorare su un pubblico che si trova ancora nella parte alta del funnel ed è, come si dice in gergo tecnico, ancora “freddo”. Facciamo un esempio: una blogger specializzata in cosmesi naturale parla dell'azienda advertiser in un post sul suo blog, inserendo il link a una pagina che non è una pagina prodotto, ma un articolo di consigli su come prendersi cura della pelle secca in modo naturale. Se un utente fa un acquisto dopo essere arrivato a questa pagina di consigli tramite il link della blogger, quest'ultima riceverà comunque una commissione.

Quali sono i vantaggi dell'affiliate marketing?

Come dicevamo, i vantaggi di questa forma di marketing sono molti e riguardano sia gli editori che le aziende.

I vantaggi per i publisher

Entrare in una relazione di affiliazione con una o più aziende può essere un ottimo modo per guadagnare denaro dalla propria attività su internet, monetizzando il proprio sito web o il proprio profilo social. Facciamo qualche esempio.

Sei un esperto di videogiochi e grazie a questa tua passione sei diventato uno youtuber con un certo seguito. Ebbene, potresti guadagnare promuovendo delle aziende del settore nei tuoi video, magari permettendo al tuo pubblico di approfittare di codici sconto esclusivi. Tu guadagnerai una commissione, i tuoi follower potranno acquistare un prodotto a prezzo scontato e l'azienda conquisterà nuovi clienti. Win-win!

Un altro esempio: sei un'appassionata di viaggi e il blog in cui racconti delle tue meravigliose vacanze ha un pubblico numeroso e affezionato. Perché non finanziare il tuo prossimo volo intercontinentale semplicemente pubblicando un banner o un link? O ancora: sei un esperto sommelier? Perché non mettere a frutto il tuo gusto per i vini, lanciando un sito e facendoti pagare per pubblicare recensioni e consigli?

Insomma, l'affiliate marketing è un ottimo modo per sfruttare il tuo successo in rete, guadagnando delle commissioni in base ai nuovi clienti o potenziali clienti che porti alle aziende. Ed è un settore in piena crescita, in cui, secondo il nostro Awin Report, ogni anno vengono investiti ben 12 miliardi di euro.

 

I vantaggi per gli advertiser

Il marketing di affiliazione può portare enormi vantaggi alle aziende di qualunque dimensione, ma in particolare alle piccole imprese. Le ragioni sono diverse e tutte valide.

Convenienza e rapidità

L'affiliazione è una tipologia di marketing che ti permette di ottenere grandi risultati con un investimento minimo. Infatti paghi solo se ottieni l'esito che vuoi (come un acquisto o un lead), senza dover assumere un team di professionisti ma affidando ai publisher il compito di diffondere e talvolta addirittura produrre i tuoi contenuti promozionali. In questo modo puoi eliminare il rischio di un investimento in pubblicità che potrebbe non avere successo.

Il ROI del canale di affiliazione è in media 1:18 euro. Significa che per ogni euro che investi, te ne tornano indietro 18. Inoltre il ritorno è in genere più rapido rispetto ad altre strategie di marketing. E il volume di traffico generato dall'affiliazione è immenso. Il 16% di tutti gli ordini online oggi passano attraverso un link affiliato.

Raggiungi un nuovo pubblico

I publisher porteranno il tuo messaggio al loro pubblico, e potrai così raggiungere nuove nicchie di mercato o nuove aree del mondo che non avevi ancora esplorato. Vuoi lanciare il tuo prodotto in un nuovo paese? Contatta influencer e siti con una vasta audience in target con i tuoi obiettivi e avvia un programma di affiliazione. Con un network di affiliazione come quello di Awin è davvero semplicissimo.

Woman using a laptop

Traccia e misura i risultati

L'affiliazione rende semplicissimo tracciare e misurare i risultati della tua attività di marketing, dato che ogni link dal publisher verso il tuo sito contiene un codice specifico. Potrai quindi sapere in tempo reale cosa funziona e cosa no, ed eventualmente correggere la tua strategia. Con i numeri esatti alla mano, ottimizzare la tua spesa pubblicitaria sarà molto più facile.

Migliora reputazione e visibilità su internet

L'affiliate marketing è un ottimo modo per migliorare la tua presenza su internet a 360°. In rete si parlerà di te e dei tuoi prodotti, aumentando la brand awareness del pubblico che ti interessa e incrementando il SEO del tuo sito. Potrai distinguerti dalla concorrenza in modo davvero efficace.

Lancia nuovi prodotti con un rischio bassissimo

Sei una giovane azienda dinamica che vuole crescere e lanciare nuovi prodotti, ma che non può permettersi di rischiare con grandi investimenti pubblicitari. L'affiliazione è la soluzione perfetta per testare la tua ultima creazione, approcciare un nuovo pubblico o un nuovo mercato, limitando al massimo i rischi. Infatti paghi solo se ottieni risultati. E se il pubblico risponde, potrai eventualmente decidere di puntare su strategie pubblicitarie più “tradizionali”.

Mantieni il controllo delle spese

A differenza di alcune forme di advertising pay-per-click, in cui non si può sapere in anticipo quanto costerà un lead, con l'affiliazione sei tu che hai il controllo delle spese. Puoi stabilire una commissione per ogni prodotto, decidendo esattamente quanto spenderai per il risultato che vuoi ottenere.

Più tempo per concentrarti su quello che sai fare meglio

Se hai un'impresa, il tuo lavoro non è promuovere i tuoi prodotti, ma realizzarli, migliorarli, idearne sempre di nuovi. È questo quello che sai fare meglio. L'affiliazione ti consente di spendere la minore quantità di tempo ed energie possibile nell'attività di marketing, che viene fatta da altri, per te. E li paghi solo se ottengono risultati, senza rischi.

 

Come posso guadagnare con l'affiliate marketing?

La risposta alla domanda “come guadagnare con l'affiliate marketing” è la stessa che tu sia un publisher o un advertiser: costruendo fantastici contenuti e proponendoli al pubblico giusto. Ecco alcune domande che dovresti farti per massimizzare i tuoi guadagni tramite una strategia di affiliate marketing:

  • Qual è il mio pubblico di riferimento? Che tu sia un'azienda o un blogger, uno youtuber o altro tipo di publisher, è indispensabile conoscere il tuo pubblico. Se come azienda vuoi indirizzare la tua pubblicità ai giovanissimi, dovrai scegliere dei publisher che attirano questo pubblico. Se sei un publisher, devi scoprire chi sono i tuoi lettori o follower, per poterti proporre in quanto affiliato alle aziende giuste.

  • Come posso lasciare i miei lettori/follower a bocca aperta? È il cosiddetto “effetto wow”, quello che fa sì che un potenziale cliente resti meravigliato. Per ottenerlo bisogna produrre contenuti strabilianti, in grado di stupire e spingere all'acquisto. Le aziende possono scegliere se realizzare in prima persona la creatività necessaria o crearla insieme al publisher. Senza dubbio, quest'ultimo conosce bene il suo pubblico e sa come comunicare con lui. Il bello dell'affiliazione è che fa incontrare le capacità creative delle aziende con quelle degli editori, generando risultati talvolta davvero stupefacenti.

  • Quale formula di pagamento fa al caso mio? Se sei un'azienda, è fondamentale stabilire chiari obiettivi per la tua strategia di marketing. Vuoi ottenere delle vendite? O quello che ti interessa è avere un gran numero di contatti personali di potenziali clienti? E in quanto editore, blogger o influencer, qual è il risultato che pensi di ottenere? Pensi di essere capace di spingere i tuoi follower all'acquisto, o preferisci ricevere una commissione per ogni click?

Rispondendo sinceramente a tutte queste domande, sarai in grado di scegliere il programma di affiliazione più vantaggioso per te.

 

Affiliate marketing: come iniziare con il piede giusto

Veniamo ora all'aspetto più pratico della nostra guida, ovvero al capitolo dove ti spiegheremo come iniziare a fare affiliate marketing. Anche in questo caso dobbiamo distinguere tra advertiser e publisher.

Italian website

 

Come iniziare a fare affiliate marketing se sei un publisher

Vuoi diventare un affiliate marketer? È un'ottima idea, visto che si tratta di un mercato in grande crescita. I dati raccolti nel 2018 hanno evidenziato che la spesa per l'affiliate marketing nel Regno Unito è aumentata del 15%, mentre negli Stati Uniti si prevede una crescita del 62% entro ill 2020. Sfortunatamente però questi dati così straordinari non sono noti solo a te, ma hanno attratto l'attenzione di migliaia di influencer, blogger e webmaster, che si sono lanciati nel settore. Questo significa che avrai molta concorrenza, ma non scoraggiarti, con i nostri consigli riuscirai a conquistarti una buona posizione nel mondo dell'affiliazione.

 

Come fare affiliate markting partendo da zero

Se devi cominciare da zero – vale a dire se ancora non hai un sito web, un blog, un profilo social seguito o una newsletter che può attirare l'interesse degli advertiser – la prima cosa da fare è non ascoltare l'istinto. Potresti pensare di aver trovato un'idea geniale, che ti porterà tantissime visualizzazioni e ti permetterà di fare vendite su vendite per i tuoi advertiser. Ma ti sconsigliamo di lanciarti in una qualunque impresa di business, inclusa l’affiliazione, senza avere una solida base di numeri, dati e informazioni da cui partire.

Per prima cosa devi capire quanta concorrenza c'è nel tuo potenziale campo, quanto traffico raccolgono i siti/profili social simili a quello che vorresti creare, che volume di ricerca hanno le keyword su cui vorresti puntare. E ancora: i prodotti che fanno riferimento alla tua nicchia hanno un mercato in crescita? È un mercato che non ruota solo attorno a una moda passeggera, destinata a sparire dall'oggi al domani? Ed è un settore in cui i programmi di affiliazione sono abbondanti?

Per scoprire quanti e quali programmi di affiliazione esistono nella tua nicchia hai tre possibilità:

  • Esplorare l'offerta in un network di affiliazione ben consolidato, come quello Awin.
  • Munirti di traduttore e cercare su Google in inglese “[la tua nicchia, ad esempio “natural beauty products”] + affiliate program. Ti consigliamo di svolgere la tua ricerca in inglese perché in questo modo avrai accesso al mercato globale dei programmi di affiliazione, che invece in italiano è relativamente limitato, ma dovresti effettuare la stessa ricerca anche nella nostra lingua, perché potresti trovare alcune interessanti aziende italiane.
  • Cercare siti, blog e profili social nella tua stessa nicchia, scovando i link affiliati presenti nei loro contenuti e scoprendo così le aziende e i settori a cui potresti interessare come publisher.

Insomma, cerca di raccogliere tutte le informazioni possibili per capire se nel mercato c'è davvero posto per la tua idea e se può portarti i profitti che speri.

 

Quando hai già una solida presenza online

Se invece hai già un profilo social, un blog, un sito o una newsletter ben avviati, è il momento di trovare il modo di metterli a valore, vale a dire monetizzarli. Scopri quali sono i prodotti che interessano al tuo pubblico e potrai trovare dei potenziali advertiser. Pensa un po' fuori dagli schemi della tua nicchia e cerca di vedere le cose da una prospettiva più ampia.

Ad esempio: hai un canale Youtube molto popolare in cui ti occupi di storia della moda. A prima vista potresti pensare che le aziende interessate a promuoversi attraverso il tuo canale siano soprattutto del settore dell'abbigliamento. Quello che invece devi chiederti è: chi è il tuo pubblico? Se attiri soprattutto un pubblico di giovani donne, allora le aziende interessate ad avviare un programma di affiliazione con te potrebbero provenire dai settori della cosmesi, della decorazione di interni, persino dei videogiochi.

 

Come scegliere i programmi di affiliazione giusti per te

Per diventare un affiliate marketer devi diventare parte di uno o più programmi di affiliazione nella tua nicchia. Il modo migliore per farlo è attraverso un network di affiliazione, che ti metterà subito in contatto con advertiser interessati a promuoversi attraverso i tuoi contenuti. Non solo, ma un buon network ti saprà anche aiutare in ogni aspetto della tua impresa di affiliazione, guidandoti passo a passo e proteggendoti da eventuali ritardi nei pagamenti. Attivo dal 2000, Awin ha stabilito partnership e connessioni in tutto il mondo ed è in grado di rispondere alle esigenze sia degli affiliati che degli advertiser. Negli anni, Awin ha lavorato incessantemente per fornire una piattaforma in grado di dare un approccio innovativo all'affiliazione, concentrandosi sull'attenzione e la sicurezza per tutti i suoi clienti. Sono moltissimi i nuovi publisher che scelgono Awin, affidandosi alla sua esperienza e al suo supporto 24/24h per arrivare al successo.

I primi passi nel mondo dell'affiliazione possono essere difficili e piuttosto complicati, ma iniziando a studiare questa forma di marketing e utilizzando gli strumenti giusti per ricevere il sostegno di cui hai bisogno, saranno l'inizio di una splendida avventura.

 

Come iniziare a fare affiliate marketing se sei un advertiser

Come advertiser il mondo dell'affiliazione ti apre  un mondo di possibilità promozionali e di nuovi modi per raggiungere il tuo pubblico. Ecco quali sono i principali:

  • Blogger e contenuti editoriali: i blogger e i siti editoriali sono uno dei migliori strumenti per le aziende che vogliono avviare dei programmi di affiliazione. Questo perché conoscono alla perfezione il loro pubblico e sono in grado di produrre ottimi contenuti all'interno dei quali promuovere dei prodotti. Dato che in genere i prodotti tendono ad essere strettamente correlati con il contenuto e sono indirizzati a un pubblico già piuttosto interessato (in gergo “caldo”), questi programmi portano di solito un ottimo ritorno alle aziende.

  • Siti di coupon: il 59% dei consumatori affermano di essere influenzati nei loro acquisti più dalla presenza dei coupon che da qualunque altra forma di promozione. È ovvio, a tutti piace approfittare degli sconti. Ed è per questo che i siti che offrono coupon e codici sconto sono uno degli strumenti più efficaci per ottenere nuovi clienti.

  • Siti di recensioni: secondo uno studio di Spiegel, le recensioni influenzano enormemente le decisioni di acquisto dei consumatori. Ormai la stragrande maggioranza di chi sta per compiere un acquisto – in particolare se si tratta di prodotti costosi – prima consulta le recensioni di fonti che ritiene affidabili. Ecco perché i siti che pubblicano recensioni sono tra i migliori partner di affiliazione.

  • Influencer sui social media: gli influencer godono della consolidata fiducia del loro pubblico, che li vede come dei punti di riferimento, ma anche in qualche modo come degli amici, delle persone con cui ha un rapporto personale. Questo li rende dei testimonial ideali per il tuo prodotto.

  • E-mail marketing: il marketing via e-mail è meno usato di un tempo, a causa dei filtri sempre più stringenti adottati dai provider di posta elettronica contro lo spam. Per questo, chi si è costruito un'autorità grazie a una newsletter è decisamente un bravo marketer e può guidare la tua azienda verso la generazione di contatti preziosi.

Influencer shopping

All'inizio della tua attività promozionale tramite affiliazione, provare diverse soluzioni può essere una buona idea. Lo step successivo sarà diventare cintura nera nell'analisi dei risultati del tuo programma. La nostra piattaforma ti offre degli strumenti di tracciamento e di analisi capaci di fornirti tutte le informazioni che ti servono per ottimizzare la tua presenza online, ma con un'interfaccia intuitiva e facile da usare.

 

FAQ sull'affiliate marketing

Probabilmente hai delle domande sull'affiliazione a cui non abbiamo ancora risposto. Ecco quindi un'utile sezione FAQ.

Quanto devono essere alte le commissioni?

La risposta è: dipende. Ovviamente per i publisher più sono alte e meglio è, e delle commissioni alte possono senza dubbio riuscire ad attrarre dei publisher con un grande traffico. Ma dal punto di vista dell'azienda, devono essere abbastanza basse da garantire un guadagno sulle vendite e da consentire un margine di manovra qualora si vogliano aumentare le commissioni anche in caso di speciali periodi promozionali.

Come funziona il sistema di tracciamento?

Il sistema di tracciamento può essere diverso a seconda del network di affiliazione. Il sistema di tracciamento di Awin è particolarmente efficace allo scopo di monitorare con cura le conversioni. Si compone di 5 diversi elementi:

      • MasterTag – il tag che contiene tutte le funzioni necessarie per il tracciamento, inclusa la creazione di un cookie di prima parte (che non viene quindi bloccato dai browser), che consente di tracciare su tutti i dispositivi e di bypassare gli ad-blocker. Questo codice JavaScript deve essere integrato in ogni pagina sia dell'advertiser che del publisher, con l'eccezione delle pagine che contengono informazioni di pagamento.

      • Conversion Tag – questo tag si trova nella pagina di conferma dell'advertiser e informa il MasterTag dell'avvenuta conversione.

      • Server to Server (S2S) – recentemente i browser hanno cominciato a bloccare i cookie di terze parti per proteggere la privacy dei consumatori in seguito all'introduzione di normative più stringenti sull'uso dei dati. Per garantire un tracciamento di altissima qualità indipendentemente dai browser, Awin incoraggia tutti gli advertiser a implementare un tracciamento Server to Server.

      • Fall-back Conversion Pixel, detto anche Image Pixel – è un metodo di tracciamento alternativo in caso il Conversion Tag non funzioni. Anche questo si trova nella pagina di conferma dell'advertiser.

      • Product Level Tracking (opzionale) – un tag facoltativo che consente alle aziende di monitorare le vendite per ogni prodotto acquistato singolarmente. In questo modo è possibile misurare con facilità la performance dei singoli prodotti e delle categorie di prodotti.

L'insieme di questi elementi consente di avere una panoramica completa dell'attività di affiliazione, assegnando a ogni publisher le commissioni che gli sono dovute e permettendo agli advertiser di conoscere con precisione quali strategie stanno avendo successo e quali no.

Qual è la differenza tra affiliate marketing e drop-shipping?

Il drop-shipping fa sì che tu possa gestire un negozio online senza avere realmente i prodotti in magazzino. In pratica quando un cliente piazza un ordine attraverso il tuo sito, tu crei un doppio ordine con l'azienda produttrice a un prezzo ridotto. A questo punto il distributore si occupa dell'imballaggio e della spedizione per tuo conto. Si basa sui referral esattamente come l'affiliazione, ma in quest'ultima il cliente viene indirizzato al sito web dell'advertiser. Qui invece chi fa drop-shipping ha un suo negozio che deve gestire, insieme all'assistenza clienti.

L'affiliazione funziona anche per chi naviga da mobile?

Certo che sì! Anzi, creare contenuti promozionali avendo ben in mente gli utenti che navigano da mobile è cruciale per stare al passo con i tempi. Ormai circa il 92% degli italiani con più di 14 anni naviga da internet, mentre solo poco più del 43% vi accede da pc.

Posso avere un programma di affiliazione attivo in diversi paesi?

Sì, e anzi l'affiliazione è un ottimo modo per raggiungere diversi mercati con una spesa contenuta. Il tuo network di affiliazione potrà metterti in contatto con publisher di diversi paesi che ti apriranno nuovi mercati. Se hai un sito multilingue, cosa che ti consigliamo caldamente se hai intenzione di vendere in diversi paesi, dovresti avviare un programma di affiliazione per ogni lingua. Sarà un'ottima strategia anche per migliorare il tuo SEO!

Cos'è un “top publisher”?

Un top publisher è un publisher che ha un grande successo e riesce ad ottenere ottimi risultati con i suoi programmi di affiliazione. I migliori possono avere entrate anche a 5 o 6 cifre e le aziende se li contendono.

Gli ad-blocker oggi sono un problema?

Gli ad-blocker sono il più grande incubo di publisher e advertiser (e network), dato che impediscono agli utenti di visualizzare le pubblicità presenti su un sito. Tuttavia esistono dei metodi per ovviare al problema, ad esempio invitando i visitatori a disattivare l'ad-blocker per poter visualizzare un contenuto. Se scegli publisher autorevoli che sono degli influencer nel loro campo, la maggior parte degli utenti sceglierà di vedere le tue pubblicità per accedere ai loro articoli, post o video. E c'è anche un'altra buona notizia: la nuova versione di Chrome blocca solo gli annunci che non sono conformi agli standard Better Ads. Questo significa che saranno penalizzati solo i publisher di scarsa qualità, mentre gli editori di successo continueranno ad avere successo.

Cosa faccio se un publisher non porta risultati o non rispetta le regole?

La risposta alla prima parte della domanda è che non dovrai fare nulla. Se un publisher non porta vendite, semplicemente non dovrai pagarlo. Il fatto di spendere denaro solo sulla base della performance del publisher è uno dei più grandi vantaggi dell'affiliazione. Tieni però presente che se non hai abbastanza vendite dai tuoi publisher significa che devi coinvolgerne altri o magari spostare un po' il focus della tua campagna promozionale.

Per quanto riguarda invece i publisher che non rispettano le regole, il modo migliore per evitarli è affidarti a un network di qualità su cui pubblicizzare il tuo programma. Sarà il network a occuparsi della qualità dei publisher, selezionando solo i migliori.

 

Quello dell’affiliate marketing è un mercato in crescita in cui ci sono grandi possibilità, che tu sia un publisher o un advertiser. Scopri come il network di Awin può aiutarti a trovare programmi che fanno al caso tuo per approfittare anche tu di questa eccezionale opportunità.

Articoli correlati