Perché le aziende dovrebbero fare marketing su TikTok

  • Scritto da

TikTok, ultimo successo nel mondo dei social media, sta conquistando non solo gli utenti del web, ma anche le aziende che vogliono aumentare la reach.

Condividi

Il mondo dei social media è in costante mutamento. Mentre Facebook e Instagram mostrano piccoli segnali di rallentamento, TikTok consolida la propria rapida ascesa facendosi apprezzare sia dagli utenti del web che dalle aziende alla ricerca di nuove audience da conquistare.

Qualche informazione su TikTok

Creato in Cina, dove è conosciuto con il nome di Douyin, TikTok è un social media specializzato in contenuti video di breve durata. Disponibile sia come app sia come sito, la piattaforma ha esordito con il nome di  Musical.ly e, dopo aver superato i 100 milioni di utenti attivi, è stata rilevata da TikTok nel 2018. In origine, la app Musical.ly consentiva agli utenti di cantare in playback per creare video di 15 secondi da condividere con gli altri utenti.

Sulla stessa linea, TikTok propone brevi video di intrattenimento realizzati dagli utenti, senza però limitarsi alla musica e spaziando anche tra cibo, moda, comicità, viaggi e altro. In più, TikTok ha aggiunto la funzione di “reazione”, che consente agli utenti di reagire ai video aggiungendone degli altri. Grazie alla funzione dedicata ai “duetti”, poi, è possibile rispondere ai video altrui e continuare la catena di reazioni creando un effetto video mosaico.

Vale la pena sottolineare, sia per quanto riguarda l’uso generale, che nel contesto di una strategia di marketing, che TikTok e Douyin sono due piattaforme distinte, così come le relative user base, e che non esiste un’unica modalità di accesso ai contenuti o agli account.

Perché le aziende dovrebbero fare marketing su TikTok?

In principio, aggiungere un ulteriore canale a un piano di social media marketing già rodato potrebbe apparire rischioso in termini di budget. Tuttavia, quando si parla di marketing su TikTok e della possibilità di conquistare una platea variegata di clienti, i risultati ripagheranno ampiamente gli sforzi fatti.

La generazione Z lo adora…

Anche se è la più giovane, la generazione Z ha già un enorme potere d’acquisto e TikTok è lo strumento perfetto per raggiungerla. Negli Stati Uniti l’app ha già spodestato Instagram dalla vetta della classifica dei social media preferiti dalla cosiddetta gen Z, che presto sarà il più vasto bacino di consumatori, e anche l’Italia sembra seguire la stessa strada.

A proposito di numeri, sempre negli Stati Uniti circa il 47% degli utenti di TikTok ha meno di 30 anni, ovvero appartiene alla generazione Z, a cui si aggiungono i millennial (un altro segmento incredibilmente importante per le aziende, visto che rappresenta il 25% del mercato).

…e piace anche alle altre generazioni

La generazione Z usa TikTok più di ogni altra fascia demografica, ma le altre seguono a ruota. Naturalmente anche i Millennial subiscono il fascino di una piattaforma pensata per i giovani, e persino i boomer sono attirati dagli accattivanti video brevi postati su TikTok. Nel complesso non si riscontra una netta differenza di engagement tra le varie fasce d’età: 10-19 anni, 20-29 anni, 30-39 anni e 40-49 anni rappresentano rispettivamente il 25%, 22%, 21,7% e 20,3% del mercato statunitense. Nonostante si noti un brusco calo per gli over 50, questi costituiscono comunque l’11% del pubblico di TikTok.

Gli utenti sono attivi più volte al giorno

Il marketing su TikTok, o qualsiasi tipo di social media marketing, può apparire un po’ come il gioco d’azzardo: in fondo si tratta di condividere contenuti nella speranza che colpiscano nel segno. La buona notizia è che gli utenti tornano su TikTok più e più volte, quindi le possibilità che le promozioni dei brand su TikTok vengano effettivamente visualizzate aumentano considerevolmente. Basti pensare che in media gli utenti aprono TikTok 19 volte al giorno, per un totale di quasi due ore trascorse quotidianamente sull’app. Ecco perché fare pubblicità su TikTok offre molte più chance di centrare l’obiettivo: anzi, per la precisione aggiunge ogni giorno ben 19 frecce al tuo arco.

TikTok è il sito più popolare al mondo

Nonostante la concorrenza spietata di Google e altri giganti del web, TikTok si candida senza dubbio al ruolo di piattaforma must have per ogni azienda. Non è un caso che nel 2021 sia stata più volte in testa alla classifica dei siti più visitati.

Si basa al 100% su user generated content

Il cosiddetto user generated content (UGC), ovvero un contenuto generato dagli utenti, ha un enorme potere attrattivo e TikTok è una delle piattaforme leader al mondo per questo tipo di contenuti. Le statistiche del marketing su TikTok dimostrano chiaramente perché l’UGC dovrebbe far parte della strategia promozionale di ogni advertiser:

  • L’user generated content conquista un engagement 12 volte superiore
  • UGC e contenuti sponsorizzati generano circa il 28% delle conversioni
  • TikTok è la terza piattaforma social più popolare al mondo
  • La pubblicità su TikTok garantisce il 10% di ricettività in più rispetto ad altri social media

Le reazioni facilitano la promozione su TikTok

L’engagement degli utenti ha un valore inestimabile per qualsiasi advertiser che desideri creare una pubblicità su TikTok, e la piattaforma ha alzato l’asticella puntando sempre più in alto. La funzionalità di reazione ha permesso a svariati prodotti di diventare virali, dal gelato ai detersivi. Se il tuo prodotto o servizio si presta a una presentazione visivamente interessante, ci sono buone probabilità che il pubblico di TikTok si dimostri particolarmente ricettivo.

Conta su  una nutrita community di creator

Promuovere su TikTok non è poi così diverso rispetto alle sponsorizzazioni su altri canali social, visto che creator e influencer regnano incontrastati. Tuttavia, è altrettanto importante trovare il publisher adatto alle tue esigenze. Dopotutto, quando una campagna non viene eseguita correttamente, persino chi vanta milioni di follower può commettere alcuni errori di marketing.

Può migliorare qualsiasi strategia di marketing omnicanale per prodotti non fisici

Per i brand che non vendono prodotti fisici potrebbe sembrare più difficile fare pubblicità sui social media. Per attirare l’interesse degli utenti non si può infatti contare sull’interesse “acchiappa clic” suscitato dai video di unboxing, ovvero i filmati in cui vengono aperte le confezioni dei prodotti. Una strategia di marketing su TikTok può però aiutarti a superare questo ostacolo. Tra i brand che nel 2021 hanno saputo sfruttare meglio la piattaforma ci sono infatti il servizio di streaming Netflix e un advertiser di Awin, Etsy, che ha ricevuto un premio per i contenuti promozionali pubblicati su TikTok in occasione della Festa della mamma. La lezione? Semplice: se il tuo brand offre un reale valore agli utenti di TikTok, loro saranno ben felici di parlarne.

Cinque step per promuovere prodotti e servizi su TikTok

Il marketing su TikTok funziona in modo simile alla promozione su altre piattaforme social: in sostanza, è un do ut des. Se vuoi creare engagement su TikTok devi riuscire a coinvolgere le persone e offrire contenuti interessanti.

1.    Non creare annunci, crea TikTok

Lo consiglia anche TikTok: i tuoi annunci non dovrebbero essere percepiti come tali, ma piuttosto offrire qualcosa di concreto agli utenti. La “moneta di scambio” di TikTok sono i contenuti generati dagli utenti e i video brevi, quindi sta a te iniziare a rimboccarti le maniche e realizzarli nel modo migliore. Scorri il feed per lasciarti ispirare e prendi spunto da alcuni dei format più comuni su TikTok, che elenchiamo qui di seguito.

Crea o contribuisci a una “hashtag challenge”

Le “hashtag challenge di TikTok, ovvero le sfide a suon di video su temi specifici, offrono gli spunti più disparati. Si va dalle challenge divertenti come la #MakeMomSmile di Colgate, in cui gli utenti condividevano video per far sorridere la loro mamma, a temi sociali importanti come #ShopBlack, la challenge di Shopify nata per supportare i brand lanciati dalla comunità afroamericana.

Realizza video dimostrativi

Crea un video dimostrativo per spiegare perché acquistare il tuo prodotto. Questo format è eccellente per spingere gli utenti a reagire, creare un duetto e aumentare così la brand awareness. È particolarmente indicato per prodotti che offrono un risultato rapido o immediato, come cosmetici e articoli per la pulizia della casa.

Condividi video “prima e dopo”

Questo format è ideale per i cosiddetti “makeover”, che si tratti di prodotti beauty, operazioni di rinnovamento della casa con detergenti o articoli di interiori design, oppure per i “prima e dopo” a lungo termine, come nel caso dei programmi di fitness.

Realizza video “dietro le quinte”

Aggiungere un tocco umano consente al tuo brand di apparire più genuino, una qualità apprezzata da utenti di ogni età. Grazie a un piccolo “dietro le quinte” della tua attività potrai apparire più credibile e reale, magari svelando la giornata tipo del cane in ufficio o il “making of” del tuo prodotto più venduto.

Video Q&A

Proprio come le FAQ di un sito, i video Q&A rispondono alle domande più comuni dei clienti sul tuo brand e sui tuoi prodotti o servizi. È anche possibile fare il contrario, cioè porre domande diverti ai clienti. Per prendere ispirazione puoi dare un’occhiata al trend “Telling Me Without Telling Me” (usato anche in italiano come “dimmelo senza dirmelo”): gli utenti di TikTok amano condividere le proprie storie, basta solo scegliere l’input giusto.

2.    Usa gli strumenti promozionali di TikTok

TikTok ha un suo strumento per la pubblicità, chiamato “Promuovi”. Oltre a rendere i contenuti più visibili mostrandoli nei feed degli utenti, punta anche a incrementare diversi fattori chiave per ottenere un maggior engagement, come ad esempio:

  • Visualizzazioni dei video
  • Follower
  • Like, commenti e condivisioni
  • Click sul tuo link

Inoltre, ti aiuta a monitorare e analizzare le principali statistiche relative all’engagement degli utenti.

3.    Utilizza un account business di TikTok

Per fare marketing su TikTok e creare annunci serve un account aziendale, con il quale si possono anche visualizzare metriche e insight importanti sulla tua audience. Vuoi lanciare una strategia di influencer marketing su TikTok? Con l’account business potrai monitorare il successo di qualsiasi tua campagna. In più, la pubblicità su TikTok è più facile da gestire, poiché offre:

  • Possibilità di pubblicare annunci sponsorizzati
  • Tracciamento in tempo reale
  • Dati sulle promozioni
  • Maggiore visibilità e quindi possibilità di individuare le ultime tendenze

4. Posta regolarmente (e non dimenticare gli altri canali)

Come detto, gli utenti tornano più e più volte al giorno sul sito e sull’app, quindi ti suggeriamo di condividere regolarmente nuovi contenuti sul tuo account ufficiale. Crea un calendario editoriale per TikTok in modo da non dover mai improvvisare con contenuti di bassa qualità. Prendi in considerazione i fattori chiave, come le date più importanti, i trend online, le hashtag challenge e gli eventi rilevanti per il tuo business, come ad esempio il lancio di nuovi prodotti, per assicurarti di avere un calendario completo di contenuti da pubblicare al momento giusto. Persino TikTok consiglia di postare 1-4 volte al giorno per approfittare dell’approccio “sempre connesso” della principale fascia demografica di pubblico.

Non dimenticare però gli altri tuoi canali. In media ogni persona utilizza sette social, quindi TikTok può fungere da via d’accesso per la tua presenza sul web. Questo è anche il motivo per cui un calendario di contenuti è un ottimo strumento, in quanto ti consente di pianificare una campagna di marketing per TikTok nel contesto di una strategia omnicanale più ampia.

5.   Non dimenticare un tocco musicale

TikTok non si limita a rendere virali i brand, anzi, riesce anche a trasformare in un attimo le canzoni in veri tormentoni. Come i social media hanno trasformato i creator nelle nuove figure di riferimento del marketing, così TikTok ha contribuito a dare visibilità agli artisti. Scegliendo le tracce giuste potrai cavalcare la popolarità di un brano e di un astro nascente della musica, che a loro volta faranno apparire la tua azienda più credibile e umana, in grado di appassionarsi a una melodia accattivante come chiunque altro.

TikTok offre brevi e irresistibili sprazzi di intrattenimento e la componente sonora è un fondamentale per il successo. Ecco perché TikTok consiglia di valutare con attenzione il sottofondo musicale di ogni video.

Come sfruttare al massimo l’influencer marketing su TikTok

Le strategie di influencer marketing su TikTok contribuiscono al successo del settore, che vale oltre 13 miliardi di euro nel mondo. Grazie alla collaborazione con i creator, ovvero al cosiddetto “creator marketing”, potrai assicurare un piano vincente anche per il tuo brand. In particolare, non sono i grandi nomi a cui devi puntare per attirare l’attenzione: per gli esperti il vero potere è nelle mani dei micro influencer.

Secondo alcuni studi, influencer più noti non hanno più una maggior capacità di conquistare la fiducia dei follower, soprattutto se appartenenti alla generazione Z. Questa fascia demografica si fida dei creator attivi nelle community di nicchia, ed è proprio questo che fanno i micro influencer, persone vere con interessi veri, non influenzate dalle commissioni pubblicitarie e con un seguito più contenuto, ma fedelissimo. Questo gioca a favore del budget stanziato per il marketing su TikTok, visto che i creator più piccoli possono guadagnare circa 10 volte meno di quelli più famosi, il che li rende una scelta più accessibile.

Dato che si tratta della piattaforma di social media più nuova e con un pubblico più giovane, TikTok ti avvicina considerevolmente ai creator in ascesa, consentendoti di trovare la persona perfetta per raggiungere l’audience desiderata. Vuoi sapere di più su come collaborare con i creator per far crescere il tuo business? Contatta subito Awin e scopri come pianificare la tua strategia di marketing su TikTok.

Articoli correlati