Q&A con Tariffando, il blog sulla telefonia e il mondo tech

  • Scritto da

A rispondere alle nostre domande è Gabriele Cifalinò, AD di Tariffando, progetto giovane e dinamico nato per informare i lettori sui gestori telefonici e sul risparmio e l’eco-sostenibilità nel mondo dell’elettronica di consumo.

Condividi

Come viene percepito il Black Friday nel tuo mercato di riferimento? Che impatto ha avuto sul tuo business?

La mission principale di Tariffando è quella di aiutare il consumatore a risparmiare proponendo quelli che sono i migliori deal del momento. Oserei dire che un evento come il Black Friday è fondamentale sul nostro mercato. I motivi sono molteplici: a partire dal maggior interesse degli utenti che, sommato a prezzi più bassi e promozioni più ghiotte, porta a un numero maggiore di conversioni.

Raccontaci come si sta preparando al Black Friday la tua azienda.

Per il Black Friday 2018 noi di Tariffando proporremo una landing page facilmente raggiungibile dalla homepage che raccoglierà in modo molto sintetico e chiaro le offerte da noi selezionate. La nostra particolarità, a differenza di altre realtà, è proprio questa: le offerte vengono selezionate, verificate e curate manualmente una per una. Non si rischia così di proporre agli utenti “false offerte”. Un ruolo importantissimo giocano anche i social: li curiamo infatti con massima cura, apprezzando soprattutto le potenzialità di Facebook, Instagram ma anche Telegram.

Cosa ne pensi dei grandi eventi internazionali del retail? Sono positivi per il tuo business o complicano solamente il lavoro?

Sicuramente la mole di lavoro aumenta a dismisura nel giorno del Black Friday e aumenta anche già oltre un mese prima dell’evento. Grafiche da preparare, strategie da scrivere, idee da realizzare...il lavoro si complica sicuramente, ma ne vale assolutamente la pena! Si tratta di un periodo molto importante per il business che ci aiuta sia come ritorno economico, sia a migliorare i rapporti tra noi e il pubblico e tra noi e i network di affiliazione grazie al risparmio che garantiamo ai nostri utenti.

In che modo i publisher possono contribuire agli obiettivi di un merchant durante il Black Friday?

Nel periodo del Black Friday si mette tecnicamente in pratica quello che si è imparato e sperimentato nei mesi “tranquilli”. Lo definirei una sorta di esame di fine anno. Essendo i publisher una parte fondamentale del mondo dell’advertising digitale, in un periodo ricco come questo risultano essere ancora più fondamentali, così come una buona organizzazione tra publisher, network e merchant: solo così si possono raggiungere obiettivi e risultati prefissati.

Come pensi che evolveranno il Black Friday e più in generale tutto il Cyber Weekend in futuro? Che direzione prenderanno?

L’aumento di popolarità del Black Friday cresce a dismisura di anno in anno su tutto il mercato europeo, quindi credo che il trend continuerà ad essere quello, diventando sempre più un evento di riferimento per le grandi e piccole spese. Inoltre, la vicinanza con il periodo dei regali per eccellenza contribuirà attivamente a mantenere il Black Friday un “trending topic”.

Che consiglio daresti ad un’azienda che quest’anno prende parte al Black Friday?

Non è facile dare un consiglio poiché credo che ogni mercato abbia bisogno di strategie e metodiche differenti per il suo successo. In questi anni ho però imparato che per migliorarsi bisogna spesso provare a spingersi oltre, senza avere paura di eventuali insuccessi. Sicuramente è anche molto importante conoscere i propri utenti e capire come si muovono, analizzare il mercato…ma spesso questo non basta e serve anche un pizzico di intuito. Diciamo che le basi sono un sito web facile da usare, delle offerte degne di nota e l’immancabile e sempre richiesta spedizione veloce, gratuita e con reso facile e senza oneri aggiuntivi.